Croce Rossa Italiana - Comitato Provinciale di Asti

AGO
27
2016

Terremoto Centro Italia - Comunicato

A seguito del terremoto che ha colpito il Centro Italia, anche la Croce Rossa Italiana (CRI), parte integrante del sistema di Protezione Civile Nazionale, ha messo in essere le procedure per portare soccorso alla popolazione colpita da questo forte evento sismico.

La Sala Operativa Nazionale (SON) CRI ha immediatamente attivato e fatto partire i primi soccorsi dalle Regioni e Province adiacenti ed ha attivato, parimenti, le altre realtà regionali CRI, fra cui quella piemontese.

Presso il 2°Centro Interventi Emergenze - Nord Ovest CRI (CIE) di Settimo Torinese sono iniziate le operazioni per allestire la colonna mobile di soccorso, composta da mezzi, materiali ed una quarantina di Volontari, la quale già nel tardo pomeriggio di ieri era pronta a muovere verso le Marche in attesa di conoscere la destinazione precisa presso la quale allestire il Campo.

Alcuni dei nostri volontari appartenenti al Comitato CRI di Asti (sette) fanno parte della colonna mobile di soccorso e molti altri hanno già dato la loro adesione e disponibilità a partire nei giorni a venire per integrare ed avvicendare i colleghi.

In queste ore molte sono state le persone che hanno contattato il Comitato CRI di Asti per conoscere le eventuali modalità per dare un segno tangibile della loro solidarietà verso le popolazioni colpite dall'evento i sismico, per donare materiali ed offerte.

Al momento presso il Comitato Cri di Asti non sono ancora state previste iniziative legate a raccolte di alcun genere perché è indispensabile progettare un intervento mirato e inteso a non disperdere preziose risorse considerate anche le altre campagne di solidarietà già attuate e in corso a livello nazionale sia dalla CRI che da altre associazioni alle quali si prega di far riferimento:

Terremoto Centro Italia Donazioni
E-mail: aiuti@cri.it
Telefono: 06-5510
IBAN: IT40F0623003204000030631681 (causale SISMA CENTRO ITALIA)

Verranno fatti altri comunicati stampa se la situazione attuale dovesse modificarsi.

Informazioni

Torna all'elenco delle notizie